Deposito marchi

I professionisti di Polimenilegal dispongono di notevole esperienza nella fase di depositomarchi e registrazione dei diritti di proprietà industriale, sia per il deposito marchi nazionali, sia per il deposito marchi comunitari che infine per il deposito marchi internazionali. Il team di esperti di Polimenilegal dispone di rapporti particolarmente consolidati con le istituzioni italiane deputate alla difesa dei diritti di proprietà intellettuale e industriale, come ad esempio l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, l’EUIPO e l’OMPI.

Dalle fasi iniziali di individuazione della miglior strategia di deposito alla difesa in giudizio dei diritti IP, il team di Polimeni.legal è in grado di assistere continuamente i propri clienti, fornendo una consulenza preventiva finalizzata alla registrazione del marchio presso i diversi uffici così da fornire ad ogni cliente il massimo grado di tutela del marchio e la tutela adeguata in tutti i territori di interesse dell’impresa.

Deposito marchi nazionali

Il marchio d’impresa conferisce al suo titolare la facoltà di farne uso esclusivo per contraddistinguere i prodotti fabbricati, messi in commercio nel territorio italiano o introdotti nel medesimo per scopi commerciali o i servizi resi a terzi.

Per diventare titolare di un marchio d’impresa a livello nazionale, occorre effettuare un deposito presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) del Ministero dello Sviluppo Economico. Il team di Polimeni.legal affianca i suoi Clienti che intendano ottenere il riconoscimento della proprietà industriale di un marchio sul territorio nazionale, in tutto il procedimento di registrazione presso l’Ufficio brevetti e marchi.

Deposito marchi comunitari

Polimenilegal assiste i propri clienti nel deposito marchi comunitari. Il marchio dell’Unione europea è un marchio registrato presso l’EUIPO, conformemente alle condizioni stabilite nei regolamenti che lo disciplinano.

E’ valido in tutto il territorio dell’Unione europea, non potendone limitare la portata geografica della tutela solo ad alcuni Stati membri. I vantaggi del deposito marchi comunitari sono:

  • Un’ unica registrazione, depositata online, in una lingua e valida in tutti gli Stati membri dell’UE;
  • Possibilità per il titolare di esercitare un diritto esclusivo in tutti gli attuali e futuri Stati membri dell’UE a un costo ragionevole;
  • Validità del marchio di 10 anni, rinnovabile indefinitamente.

Il team di esperti di Polimeni.legal affianca i suoi Clienti in tutto il procedimento di deposito marchi comunitarial fine di tutelare il proprio marchio in tutti gli Stati membri.

Deposito marchi internazionali

Il deposito marchi internazionaleè la procedura attraverso la quale un marchio viene depositato con un’unica domanda in più Stati esteri che aderiscono agli accordi internazionali in materia. il marchio internazionale non è mai autonomo ma è sempre collegato ad un marchio “di base” che può essere un marchio nazionale o anche un marchio europeo, ha una durata di 10 anni a decorrere dalla data di registrazione ma per i primi 5 anni è legato alla vita del marchio di base, per cui se quest’ultimo perde validità altrettanto accade per il marchio internazionale.

La procedura per la registrazione di un marchio internazionale, gestita dalla WIPO (World Intellectual Property Organisation) è molto complessa fin dalla fase di deposito e il team di Polimeni.legal è in grado di affiancare i propri clienti in tutte le fasi della procedura di registrazione.

Quanto costa il deposito dei marchi

I costi per il deposito di una domanda di registrazione di marchio variano a seconda dell’estensione territoriale della protezione e del numero di classi merceologiche da rivendicare con la domanda.

Ai costi fissi costituiti dalle tasse-base di deposito e di registrazione, dalle marche da bollo e dai diritti di segreteria delle Camere di Commercio, sono da aggiungere dei costi che variano a seconda del numero di classi per le quali si richiede la registrazione del marchio.

Inoltre, prima di procedere con il deposito, è opportuno eseguire una approfondita ricerca di anteriorità che verifichi l’esistenza di marchi già registrati identici o confondibili con quello che si desidera proteggere, al fine di evitare la nullità della propria registrazione. Il costo per questa ricerca varia a seconda del servizio al quale ci si affida per effettuarla.

E’ bene precisare che la domanda di registrazione può avere ad oggetto un solo marchio. Qualora si vogliano registrare più segni distintivi, si dovranno presentare tante domande quanti sono i marchi che si vogliono registrare. Richiedi una consulenza preventiva al team di professionisti di Polimeni.legal per un dettaglio di spese particolareggiato.

Come fare un deposito dei marchi

Come fare un deposito marchi è una procedura complessa e impegnativa che necessita l’assistenza operativa di un consulente di settore. Prima di presentare domanda di registrazione di un marchio d’impresa è opportuno osservare alcune regole generali:

  • assicurarsi che il marchio sia conforme alle prescrizioni di legge;
  • verificare che il marchio non abbia nessuna connotazione negativa non solo in Italia, ma anche in altri Paesi, soprattutto se potenziali mercati di esportazione;
  • controllare che il corrispondente nome di dominio (o indirizzo Internet) sia ancora libero
  • effettuare una ricerca d’anteriorità;
  • individuare le classi di appartenenza dei prodotti/servizi per i quali si intende ottenere la registrazione del marchio.

La domanda di registrazione per marchio d’impresa deve poi essere redatta sugli appositi moduli, previsti dai diversi uffici a seconda che si tratti di registrazione nazionale, europea o internazionale.

Il team di Professionisti di Polimeni.legal accompagna i propri clienti, durante tutte le fasi della procedura di registrazione, per un’ adeguata tutela del marchio, indicando alle imprese il modo più efficace di poter usufruire degli strumenti normativi messi a disposizione dall’ordinamento italiano, europeo e internazionale, e attuando al contempo una corretta gestione del portafoglio dei propri diritti di proprietà intellettuale al fine di perseguire un’adeguata strategia di protezione.