nikon-515883_1920Quanto vale l’utilizzo di una fotografia su Internet? A quanto potrei essere condannato, come risarcimento al fotografo, se utilizzassi una fotografia protetta da diritti d’autore?
La risposta ci viene data direttamente dalla giurisprudenza che, per decidere casi simili, utilizza una tabella redatta dalla Siae relativa ai valori medi per l’utilizzo delle opere su Internet.
La tabella, denominata “Compendio Norme e Compensi Arti Figurative”, in realtà ha una portata più ampia rispetto al Web, visto che stabilisce quali sono i valori medi di tutte le opere figurative utilizzate in qualsiasi contesto, dalle riviste ai manifesti per strada.
E allora, quanto potrebbe chiedere un fotografo se un sito Internet utilizzasse una sua immagine all’interno di una pagina web senza consenso?
I giudici, in particolare quelli del tribunale di Milano, in questi ultimi anni stanno liquidando, per danni del genere, una somma calcolata in base a dette tabelle tabelle, le cui variabili principali sono la durata dell’utilizzo è il motivo per il quale le immagini vengono esposte.
Sostanzialmente la regola prevede che i diritti per l’utilizzo delle immagini siano calcolati su base mensile e, nel caso di siti Web che denunciano più di 100.000 pagine visitate per mese è prevista una maggiorazione dei compensi del 10% per ogni 100.000 pvpm. Un’altra regola importante da tenere in considerazione é che, se la riproduzione della fotografia appare nella home page del sito Internet, la tariffa va raddoppiata.
Dando un’occhiata alle tariffe, in caso di siti Web pubblicati for profit l’utilizzo di un’immagine ha una tariffa di €30 al mese. Questo vorrà dire che una violazione dei diritti di una foto comporterà il risarcimento per il fotografo di €30 per ogni mese in cui la foto è rimasta on-line.
Se invece la fotografia viene utilizzata per la promozione di attività o di servizi, per incrementare vendite e profitti, o in generale per uso pubblicitario, come per esempio all’interno di un banner, i diritti per la fotografia ammontano a €500 per il primo mese, €375 per il secondo e per il terzo mese ed €250 dal quarto mese in poi.
Notevolmente inferiori sono invece le tariffe relative agli usi delle immagini su siti che non hanno scopo commerciale, partendo da una base di €15 al mese.
Tutte le tabelle consentono una notevole riduzione delle tariffe nel caso in cui si utilizzino più foto dello stesso autore.
Infatti, se per l’utilizzo di una immagine all’interno di un sito commerciale, come detto, i diritti ammontano a €30 al mese, nel caso in cui si utilizzassero tre fotografie dello stesso autore i diritti ammonterebbero a €40 per tutte le foto e, in caso si utilizzassero 10 fotografie dello stesso autore, i diritti da pagare ammonterebbero a soli €50 al mese.
É quindi notevolmente conveniente, in caso di accordo con un fotografo, utilizzare più foto provenienti dallo stesso autore, invece che utilizzare più foto provenienti da autori diversi.
Un’ultima postilla: quanto scritto in questo articolo riguarda esclusivamente il risarcimento al fotografo in sede civile. Tuttavia, la violazione del diritto d’autore é anche reato penale e puó comportare condanne economicamente ben piú pesanti, non a favore delle tasche del fotografo ma a favore di quelle dello stato.